Una giornata in fattoria: emozioni e natura da Barone Macrì (VIDEO)

Uliveti, agrumeti e vigneti a perdita d’occhio. Un’oasi verde lontana dal trambusto della città. L’azienda agricola Barone Macrì è una vera e propria eccellenza calabrese che offre l’opportunità di trascorrere una giornata (e non solo) all’insegna della natura, del relax, del buon cibo e regala ai bambini la possibilità di incontrare da vicino gli animali della fattoria e vedere la trasformazione delle materie prima in ottimi cibi. L’azienda, che si trova a Gerace (leggi qui articolo sul borgo di Gerace), è visitabile tutti i giorni in piena autonomia: si possono vedere gli animali come galline, pecore, asinelli, capre, maiali neri d’Aspromonte e si può assistere due volte al giorno, alle 05 e alle 16, alla mungitura delle mucche.

Dare da mangiare alle caprette e vedere le mucche produrre il latte è un’esperienza che lascia i bambini a bocca aperta. Le fattorie, si sa, sono da sempre luoghi magici per i più piccoli: trattori, animali, orti rappresentano una buona occasione di crescita e conoscenza, oltre che divertimento. Tra i prodotti tipici l’azienda produce principalmente olive, olio d’oliva extravergine, agrumi (arance, limoni, bergamotti, clementine, mandarini), formaggi e prodotti caseari, ortaggi e prodotti ortofrutticoli, miele (di acacia, di agrumi, di eucalipto e millefiori). Sono tutti disponibili nello shop all’interno della tenuta, che ha anche una bellissima piscina e camere per un soggiorno indimenticabile e staccare la spina dalla quotidianità.

Quello che ci ha colpito di più è la grandezze dell’azienda, ettari e ettari di coltivazioni, piacevole alla vista regalando una sensazione di vero benessere a contatto con il territorio. Arrivare è facilissimo e le indicazioni per strada sono davvero precise. Dopo aver parcheggiato comodamente abbiamo scelto subito la visita agli animali che, essendo abituati alle persone, sono davvero socievoli. Emma ne era incantata, vivendo in città non si vedono tutti i giorni caprette e asinelli. Per il nostro pranzo abbiamo provato il ristorante dell’azienda. Ogni piatto è preparato con i prodotti che provengono dalle loro coltivazioni: un pasto genuino a chilometro zero, tutto biologico e che rimanda alla nostra tradizione. Dopo pranzo abbiamo aspettato la mungitura e con l’occasione abbiamo comprato anche il latte. Il personale è veramente gentile e preparato e vogliamo ringraziare il direttore dell’azienda, Giuseppe Fragomeni, che ci ha accolto calorosamente e ci ha raccontato come funziona l’azienda, di come si è rinnovata pur non venendo meno alla tradizione alla passione, di come si segue il ritmo delle stagioni  puntando sull’agricoltura e l’allevamento biologico che è sinonimo di garanzia e qualità. È stata per noi, ma soprattutto per Emma un’esperienza bellissima, istruttiva e divertente allo stesso tempo: il suo viso incredulo al ragliare dell’asinello o nel dare da mangiare alle capre ci spinge a raccomandare a tutti una visita in questa bellissima realtà.

Emmainvaligia

Blog di viaggi per famiglie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *