Chianalea, il borgo dei pescatori (VIDEO)

È uno dei borghi più belli d’Italia. Le sue origini sono così antiche che si fondono con mitologia e leggende. Siamo a Scilla, comune della città metropolitana di Reggio Calabria. Il suo nome rimanda all’Odissea e a Ulisse che, per salvare i compagni, sfidò il mostro marino che aveva per zampe sei teste di cane con denti aguzzi e che si narra si nasconda sotto gli scogli della città. Scilla è la perla della Costa Viola, un piccolo borgo dove si vive ancora di pesca, su tutte quella del pesce spada e di turismo. Per la nostra giornata a mare, abbiamo scelto il quartiere Chianalea, che con San Giorgio e Marina Grande completa la piccola città.

Chianalea è composta da un’unica stradina dalla quale si snodano viuzze che portano direttamente al mare e dove possiamo ammirare le imbarcazioni ormeggiate. Le case dei pescatori sembrano galleggiare, sfidando l’usura del tempo e del mare, dai balconi più bassi i più temerari potrebbero provare un tuffo nelle limpidissime acque del Tirreno. Un incanto dove il tempo si è fermato, dove i pescatori stendono e riparano le reti fuori la porta di casa. Tra le vie si trovano negozietti caratteristici e tantissimi ristoranti dove assaggiare il piatto tipico: il panino col pesce spada, una vera prelibatezza, la tradizione che si sposa con il più moderno street food. Il nome Chianalea, deriva infatti da Piana delle Galee, nome arcaico del pesce spada, sul quale si basava e si basa l’economia del comune. A Chianalea è presente una piccola striscia di spiaggia dove abbiamo scelto di trascorrere la giornata. Qui ci ha accolti la gentilezza del personale del Lido Cala delle Feluche dove abbiamo preso ombrellone e lettini, Emma ha potuto seguire un laboratorio di teatro e lettura mentre mamma e papà si rilassavano in spiaggia.

Consigli pratici

Arrivare a Chianalea al mattino presto. Trovare parcheggio in tutta Scilla è complicato per via del grande afflusso di turismo. Portare le scarpette per gli scogli, perché, a parte un piccolo tratto di sabbia, Chianalea è formata da massi sia fuori che dentro l’acqua. Camminare dal borgo di Chianalea fino a Marina Grande per vedere il castello e l’altra parte di Scilla, ovviamente con scarpe comode. Mangiare un panino col pesce spada, o gustare un aperitivo al tramonto con una bella frittura di giornata in uno dei tanti ristoranti con la pedana sul mare.

Emmainvaligia

Blog di viaggi per famiglie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *