Il suo primo anno di scuola Materna

Quest’anno Emma ha iniziato il primo anno di asilo. Anticipataria, quindi una tra le più piccoline.Già dall’estate, dopo aver tolto anche senza troppi drammi il pannolino, abbiamo cominciato a parlarle di questa nuovissima avventura. Così siamo andati alla ricerca dei grembiulini rosa a quadretti, e dello zainetto dell’amata Peppa Pig, del porta merenda e della boraccia più adatta. La sera prima dell’inizio sembrava emozionata e abbiamo anche scelto insieme il perfetto outfit, nonostante qui da noi faccia ancora molto caldo. Così la mattina dopo mano nella mano con mamma e papà siamo andati all’asilo. La prima settimana è stata un po’ dura, dopotutto è stata a casa per due anni, il distacco si è sentito. Ora ha capito che comunque viene accompagnata ma poi la andiamo a riprendere e l’asilo è un posto dove giocare, imparare e divertirsi con tanti bimbi e la mattina ci va più che volentieri. Non abbiamo molti consigli da dare, ogni bimbo è diverso, ma affrontare tutto col sorriso e decisi aiuta molto. Noi abbiamo parlato tantissimo dell’asilo nei mesi che hanno preceduto l’ingresso, portandola anche a fare un giro davanti il plesso scolastico sempre con toni entusiastici. Ha aiutato anche il fatto che nel parchetto vicino casa e asilo abbiamo anche conosciuto qualche bimbo col quale si è ritrovata in casa. Emma ha partecipato anche  alla scelta del suo corredino scolastico, cosa secondo me molto importante per farle sentire che questo è una cosa nuova tutta per loro. Il distacco sarà duro anche per noi genitori, come mamma è stata dura vederla piangere, ma ne è valsa la pena. Ora torna a casa col sorriso e mi racconta cosa ha fatto con le sue maestre e mi dice “io mi diverto e poi mi vieni a prendere”. Un passo avanti nel mondo per la nostra piccola viaggiatrice. Auguri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *