Un estate in…mascherina

No, non è un’estate come tutte le altre. Anche se a volte tendiamo a scordarlo, vuoi perché abbiamo ripreso la vita di tutti i giorni, vuoi perché vogliamo lasciarci questi brutti mesi da parte, l’emergenza Covid-19 è ancora in atto e non possiamo dimenticarcene e non dobbiamo farlo per non ricadere in errori che potrebbero vanificare i sacrifici fatti finora. Ma allora si può andare in vacanza? Certo e si deve farlo, in totale sicurezza. Noi siamo fortunati, abitiamo al mare, nello splendido golfo di Squillace, e a 20 minuti ci aspettano le meravigliose montagne della Sila. E in macchina percorrendo la costa paesi, spiagge e siti archeologici meravigliosi. Credo che la parola chiave sia distanziamento e rispetto delle regole. Nei luoghi chiusi si entra con la mascherina alzata,  e non come reggimento, si devono igienizzare le mani spesso e mantenere le file. Sono piccole cose che possono aiutarci a vivere un ‘estate serena. In tutti i lidi attrezzati negli spazi comuni la mascherina è comunque obbligatoria, si toglie sotto il proprio ombrellone, o quando si è seduti al tavolino. Si usa anche per andare in bagno, nel rispetto anche di chi sta lavorando per noi e la usa per tante ore ogni giorno. Tutti abbiamo voglia di ritrovare amici e parenti ma basta davvero poco per non creare assembramenti, si può anche parlare con il vicino di ombrellone senza per forza toccarsi il gomito. Sono vietati le attività ludica sportive per evitare assembramenti, e noi genitori dobbiamo vigilare sui nostri bimbi affinché rispettino il più possibile le disposizioni inserite nell’ultimo Dpcm del 15 giugno.  Nei musei e in tutti i siti di carattere turistico bisogna sottoporsi alla rilevazione della temperatura e gli ingressi sono scaglionati, ma questo avviene anche nella vita quotidiana nei piccoli negozi. La maggior parte dei musei hanno inoltre la prenotazione obbligatoria e l’acquisto on line percorsi prestabiliti, e ingressi separati, dispenser per igienizzanti sparsi. Biglietti on line anche per treni e autobus sui quali è obbligatoria la distanza di 1 metro e la mascherina, non ci sarà invece il controllare a bordo. Si viaggia anche in aereo con cambio mascherina ogni 4 ore, rilevazione della temperatura al check in e autocertificazione che attesti di non aver avuto contatti con persone affette da covid e bisogna impegnarsi a comunicare la comparsa di eventuali sintomi entro 8 giorni dallo sbarco. Possiamo impegnarci tutti per vivere una bella estate e riprenderci un po’ di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *