Farmaci in viaggio, cosa portare

Avete mai fatto una valigia presi dall’entusiasmo della partenza e poi a un certo punto pensate “e se mi sento male che faccio?”. A me sempre, a ogni viaggio, considerando le mie varie allergie e che da quando sono mamma quest’ansia si è raddoppiata. Ma questo non mi impedisce mai di partire, ma di essere preparata si. Così vi propongo la mia lista di farmaci. La prima cosa che non deve mancare in valigia è il paracetamolo, ideale per febbre e dolori vari, si può fare una boccetta con dello sciroppo o prendere pillole per gli adulti e sciroppi o supposte per bambini. In tema di sciroppi ne porto sempre uno per la tosse e dopo varie ricerche ne ho trovato uno naturale in boccetta da 100 ml, una vera fortuna. Immancabili le pillole per la dissenteria e i fermenti per bambini, che con il cambio cibo non si sa mai. Io a causa delle allergie porto sempre dietro un antistaminico che si scioglie sotto la lingua. E poi le pillole antiemetiche e per Emma le goccine, sempre in bottiglietta da viaggio. Anche il farmaco per le coliche addominali è presente nel mio beauty. Il cerotto spray con i bambini non può proprio mancare perché disinfetta e chiude la ferita in uno spruzzo solo e per una piccola caduta va bene. Così come il gel d’arnica che cura dolori alle articolazioni (e a noi serve proprio, visto quanto il papà ci fa camminare) e che io uso anche per le punture di insetto e i vari lividi. Porto sempre con me qualche fialetta di soluzione fisiologica che è ottima per il nasino tappato (esiste anche una versione spray da viaggio) e per pulire gli occhietti o un piccolo taglietto. Il termometro digitale classico, da ascella per intenderci è davvero essenziale. Lo scorso anno Emma ha preso la febbre a Bruxelles e tra paracetamolo e termometro l’ho sempre tenuta sotto controllo e mi sentivo anche io più tranquilla. Se ho posto porto anche spray per la gola e per il naso, ma insomma se ne può anche fare a meno, anche perché se il mal di gola diventa importante ci vuole antibiotico. Quest’ultima categoria di farmaci non mi accompagna mai, sono del parere che se ci vuole antibiotico ci vuole una prescrizione esatta per combattere il tipo specifico di virus che ci ha colpiti e se mai dovesse succedere preferirei il parere del medico. Ma a questo cerco di non pensare, faccio le valigie positivamente. Se poi ho proprio spazio metto il collirio per la congiuntivite. Se poi chiaramente avete qualche problema di salute particolare non dimenticate mai i vostri farmaci, soprattutto se salvavita. Direi che anche fare una lista può aiutare a non dimenticare nulla. Spero di essere stata d’aiuto per preparare un piccolo kit e partire più sereni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *