Dove alloggiare con bambini: casa, b&b o albergo?

Appartamento, hotel o b&b, in molti ci fanno questa domanda e la risposta non è affatto semplice. Dipende dal tipo di viaggio, dalla meta, dal periodo, dalle esigenze familiari. Finchè siamo stati una coppia andava bene davvero tutto, guardavamo solo posizione, pulizia e servizi offerti. Da quando a viaggiare siamo in 3 le cose sono cambiate. Ma sicuramente non ci siamo arresi alla frase “coi bimbi come si fa”. Si fa eccome. Sicuramente all’estero abbiamo sempre scelto la formula appartamento, anche perché Emma ha da poco compiuto i 3 anni quindi si è più tranquilli per dormire e soprattutto per mangiare. La cucina è stata essenziale, sia per la colazione, latte e biscotti appena sveglia, sia per la cena, perché stanca da una giornata in giro, un piatto di vera pasta all’estero fatta da mamma è tutta un’altra cosa. Anche se poi noi le abbiamo fatto assaggiare anche la cucina locale che a volte è stata gradita, come le patatine alla paprika dolce di Budapest, altre meno. Poi si ha anche uno spazio più grande che una stanza di albergo, soprattutto se si viaggia in inverno e si becca una giornata di pioggia o neve. In Italia abbiamo alloggiato sia in residence che in hotel che in b&b. In estate siamo andati alla ricerca anche di posti family friendly con piscine, giochi, miniclub e altro e addirittura qualche hotel fornisce una cucina aperta h24 per i bimbi con scalda biberon, omogeneizzati e piatti e bicchieri adatti a loro. Una cosa da non sottovalutare per chi viaggia con neonati. Il nostro consiglio è scegliere la meta e poi valutare i giorni di permanenza, le esigenze dei piccoli viaggiatori, quali pranzi, cene, merende, eventuali cambio di pannolino, nanna e pisolini. Esigenze che diventano davvero molte poche crescendo. Ora la nostra piccola avventuriera sta in giro giornate intere molto volentieri e se deve fare un pisolino abbiamo ancora il fidatissimo passeggino che è anche comodo per zaini e buste.  Nessuna formula è meglio di un’altra, basta solo organizzarsi bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *