Sicilia on the road

Oltre 1000km percorsi tra Agrigento e Taormina per un tour fantastico… Un viaggio ricco di storia, cultura, di bellezza, di sole, mare e buon cibo. Il primo viaggio di Emma senza il pannolino. Un successone. Abbiamo scelto la Sicilia per festeggiare il nostro anniversario e con la scusa vedere la bellissima Valle dei Templi di Agrigento , le Gole dell’ Alcantara, la Scala dei Turchi,  e Taormina. Il viaggio non è stato male, un po’ lungo e noioso per Emma che per fortuna tra un pisolino e un episodio di “Curioso come George” è rimasta ben volentieri seduta in auto, tranne che nella traversata dello Stretto dove è rimasta affascinata dal fatto che la nave “camminasse” sull’acqua. Abbiamo scelto la formula residence in un villaggio a Porto Empedocle con piscina, un vero paradiso. Appena arrivati non ci siamo fatti mancare un pranzo a base di pesce ricco di squisitezze e particolarità della zona. E poi ci siamo immersi nella splendida Sicilia. Agrigento è meravigliosa, dominata dalla Valle dei Templi, un luogo davvero magico dove si torna indietro nel tempo ammirando le maestosità che l’uomo è stato capace di creare. Consiglio: noi abbiamo parcheggiato sotto e saliti con la navetta fino al tempio di Giunone per camminare in discesa e una volta sola. Sconsigliatissimo il passeggino, ma per i bimbi come Emma camminare tra le rovine è davvero un gioco meraviglioso. La vista dei templi è mozzafiato, sono maestosi e imponenti e raccontano una civiltà perduta ma ricca di cultura, arte e filosofia. Scendendo per la via si incontrano rovine e tempi ma a mozzare il fiato è il tempio della Concordia. Noi lo abbiamo visto quasi al tramonto e la sua bellezza è davvero indescrivibile. È quello conservato meglio della valle perché negli anni fu trasformato in basilica cristiana e quindi mantenuto. La passeggiata continua in una vasta aera dove si possono ammirare l’incompiuto Tempio di Zeus, le gigantesche statue dei Telamoni e i templi di Castore e Polluce. Non contenti della suggestiva passeggiata pomeridiana ai templi, dove comunque consiglio di leggere una piccola guida per avere chiare le idee su cosa si vede, decidiamo di cenare in un ristorante vista templi illuminati. Una delle cene più belle della mia vita. La vetrata del ristorante “Il re di Girgenti” offre una vista che non si può descrivere a parole. Cibo squisito e colori e fogli per intrattenere i bimbi. Nonostante non riusciamo a staccare gli occhi dalla valle il nostro giro in Sicilia non si ferma e visitiamo la Scala dei Turchi, è una parete rocciosa (falesia) che si erge a picco sul mare lungo la costa di Realmonte. Per arrivarci gli scalini sono davvero tanti ma anche qui ne vale la pena. Un vero paradiso. Finita la visite nelle zone rese celebre anche dal Commissario Montalbano, ci spostiamo verso Taormina. E non potevamo farci mancare le Gole dell’Alcantara. Il parco fluviale è composto da gole alte fino a 25 metri e larghe nei punti più stretti 2 metri e nei punti più larghi 4-5 metri. La particolarità di questa gola consiste nella struttura delle pareti, create da colate di lava basaltica (povera di silicio ma ricca di ferromagnesio e calcio). La lava si è poi raffreddata molto velocemente creando forme prismatiche pentagonali ed esagonali, che richiamano la struttura molecolare dei materiali che la costituiscono. Noi decidiamo di arrivarci tramite scale, ma si…Emma in braccio non è poi così pesante per papà, ma si può accedere comodamente tramite ascensore. Consigli per le gole: munirsi di scarpette in gomma per camminare, andare in abiti comodi e col costume. Per i bimbi consiglio una magliette termica, di quelle che proteggono dal sole e dall’acqua e scarpine. Emma giocava nell’acqua freddissima laddove è possibile. Noi abbiamo risalito il fiume fino alla prima cascatella. L’acqua fredda e pulita è un tonico per le gambe stanche. Il paesaggio è meraviglioso, il colore delle rocce è ipnotizzante. Dopo un tuffo rilassante nella piscina del nostro B&b ci aspetta la colorata e caotica Taormina. Un posto davvero magico con un panorama mozzafiato e negozi caratteristici, davvero una perla di bellezza da dove non vorremmo più andare via. Ma ahimè la nostra vacanza è finita. Consiglio a tutti un viaggio in Sicilia coi bambini, ci sono tantissime cose da vedere, si mangia benissimo  e non manca il divertimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *