Napoli

Emma e Napoli, un amore nato da prima che lei nascesse, nella mia pancia e dall’amore del suo papà per questa città. La sua prima volta a nove mesi, il suo primo viaggio in auto e poi non ci siamo più fermati. Ci andiamo almeno 2 volte all’anno e lei si sente come a casa. Le piace girare nei vicoli di San Gregorio Armeno, correre a piazza del Gesù e soprattutto guardare il Castel dell’Ovo sul lungomare. Ama la pizza, anche quella fritta, i panzerotti e tutte le bontà che si gustano in questa città. Napoli è una città magica, ogni angolo è da scoprire e non si finisce mai di imparare. Se state poco non perdetevi le mete classiche: lungomare, Maschio Angioino, piazza del Plebiscito, Spaccanapoli, Posillipo, una passeggiata sul lungomare e su via Toledo, la Galleria Umberto. Ma se avete un pochino di tempo visitate i luoghi nascosti di questa incantevole città, caotica, profumata e piena di fascino. Potete ammirare il Cristo Velato, la chiesa di San Giuseppe Moscato, il monastero di Santa Chiara, l’interno del Palazzo Reale (Emma avrebbe tanto voluto sedersi sul trono del Re Ferdinando), il mercato dietro le mura, la biblioteca dei Girolamini, il Vomero, il quartiere Sanità con il cimitero delle Fontanelle, la Galleria Borbonica (per Emma è stata un’esperienza unica, i suoi primi perché), il museo di Capodimonte, il parco Virgiliano con la tomba di Virgilio e di Leopardi e con un panorama mozzafiato, i quartiere spagnoli, Castel Sant’Elmo. E poi il Vesuvio merita davvero un’escursione. Non preoccupatevi di cosa mangiare a Napoli, sia che vi fermate in un ristorante, sia che preferite qualcosa la volo non resterete mai delusi. La pizza, il cuoppo, il babà al cucchiaio, la mozzarella, Napoli non è solo una città da vedere ma anche da gustare. Napoli con i bimbi è facile, forse farete un pochino di fatica a spingere il passeggino sui sampietrini tipici ma camminare tra i vicoli è un’esperienza da non perdere. Noi non ce la siamo persa. E se avete ancora tempo, visitate anche Ercolano e i suoi scavi, meravigliosi, un tuffo nel tempo, un’esperienza a 360 gradi. Personalmente li preferisco a un’altra meraviglia campana che è Pompei, ma questa è una questione di gusto personale. Se volete visitare Napoli e avete qualche dubbio scrivetemi, sarò felice di aiutarvi e darvi qualche dritta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *